Oggi al Camp...2008


  Home Page

  Welcome

  La Commissione

  Il Regolamento

  Gli Impianti

  Il Calendario

  I Documenti

  Staff Tecnico

  I Partecipanti

  Foto & Video

  Oggi al Camp

  Guestbook

 

 

 

Venerdì 11 e Sabato 12 luglio 2008

Condensato degli ultimi due giorni di camp. La sera del venerdì è sempre troppo piena di impegni e così....tutto slitta.

Il venerdì è stata una giornata di partite, iniziata con il solito riscaldamento (solo un po più veloce) e poi in campo per la prosecuzione del Tournement.

Subito dopo il riscaldamento in campo gli Orioles contro Cuba Libre. Si è giocato davvero alla grande è il risultato di 2 a 4 ne è la conferma. Subito dopo gli Industriales contro i Bulldogs. Partita che è iniziata molto equilibrata ma che poi è terminata con un secco 6 a 2 (forse un po troppi gli errori in campo).

Alle 14.30 gli Orioles contro gli Industriales collezionano la loro seconda sconfitta per 3 a 7 ed, a seguire, il Cuba Libre prevale sui Bulldogs per 8 a 3.

Siamo tornati in albergo quasi alle 18, cambio in fretta e tutti in spiaggia.

Dopo la cena, al campo, è stato allestito un "party" di chiusura: un momento di assoluto relax per tutti i campers sfociato in una serie infinita di scherzi!

Tutti poi stancamente a nanna, diciamo....a prepararsi psicologicamente per le finali del sabato e per le premiazioni.

Il sabato arriviamo al camp con le tribune già con un movimento di genitori (quest'anno particolarmente numerosi) pronti ad assistere alle partite.

Veloce pre-partita e scendono subito in campo gli Orioles contro i Bulldogs per disputarsi il 3° ed il 4° posto. Mario Benetti chiede ai suoi la giusta concentrazione e riesce a portare a casa il risultato: Bulldogs 4 - Orioles 0.

Per la finale per il 1° e 2° posto in campo Industriales e Cuba Libre: partita tirata fino all'ultima palla e portata a casa dagli Industriales per 1 a 0.

Da rimarcare che questo "torneo" non ha visto premi di nessun genere poiché, dietro un giusto agonismo, serve soprattutto a far vivere ai ragazzi, durante le partite, tutto quello che i coach hanno loro insegnato durante il camp.

Da parte dei coach quindi non l'unico obbiettivo di vincere ma quello di cementare nei ragazzi il gesto, il momento.

Finite le partite finalmente le premiazioni e...tutti a casa tra abbracci, richieste di autografi e senz'altro un po di maliconia.

Anche a voi, come al turno precedente, auguro un futuro pieno di soddifazioni ed un arrivederci al prossimo anno.

Beppe Zanetti

 


Giovedì 10 luglio 2008

Sembro proprio ripetitivo ma...ebbene si...anche questa mattina sole stupendo e troppo caldo, colazione abbondante e via al campo.

Questa mattina il solito allenamento con un finale di partita simulata: il lanciatore finge di lanciare, il coach batte una palla dove vuole che si svolga il gioco. Davvero moto interessante da vedere proprio perché permetteva, ai coach che si sono succeduti alla guida delle loro squadre, di inventarsi qualsiasi situazione di gioco. Io personalmente l'ho trovato davvero coinvolgente per i ragazzi che, pur senza essere in partita, si sentono coinvolti nell'azione di gioco.

Un felice rientro: un Coccolini in gran spolvero e con una gran voglia di fare!

Dopo pranzo altre due partite, questa volta con arbitro ufficiale FIBS: è tornato a trovarci il Sig. Antonio Versienti, arbitro torinese che...viene a divertirsi qui con noi.

Vi elenco i risultati delle prime partite: ieri gli Orioles hanno battuto i Bulldogs per 6  a 2, e la squadra degli Industriales ha battuto per 6 a 0 i Cuba Libre.

Oggi i Cuba Libre battono gli Orioles per 4 a 2 e gli Industriales si impongono sui Bulldogs per 6 a 2.

GOSSIP dal CAMP: Ebbene si, rifacendoci agli innumerevoli blog  ed alle numerose riviste patinate sull'argomento ed avendo tra di noi un personaggio su cui non possiamo tacere, abbiamo deciso di svelare al mondo intero che la Commissione Camp Federali, riunita in riunione straordinaria, ha deciso di indagare (per quel che si può) sul comportamento di un camper (del quale ci guardiamo bene dal fare il cognome, ma solo il nome è una certezza: Daniele) che si mormora spinga le ragazze ad innamorarsi dei suoi amici per poi circuirle con offerte di figurine e di gelati al limone. Il suddetto è stato visto, fotografato, filmato ed autografato mentre si avvinchiava al Coccolini sussurrando: "Ma com'è che sei così alto?".

Il Coccolini, dall'alto del suo punto di sutura, ringraziava e tornava a giocare a flipper.

 


Mercoledì 9 luglio 2008

Anche questa mattina sole stupendo e troppo caldo, colazione abbondante e via al campo.

Riscaldamento condotto da Silvio Balducci e da Virgilio Perra e poi si inizia subito con gli esercizi di ruolo: esercizi di meccanica per i lanciatori, lanci sulle basi per i ricevitori, palle a terra ed a volo per gli esterni e presa e tiro per gli interni.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tutto questo fin alle 10,30, una pausa per il ristoro si ricomincia con la corsa sulle basi ed il tunnel di battuta.

Dopo la pausa pranzo i primi due incontri che hanno visto sfidarsi la squadra degli Orioles con i Bulldogs e i Cuba Libre contro gli Industriales.

Le partite vengono giocate con il giusto spirito: mettere in pratica quello che si impara con gli esercizi senza eccessivo agonismo.

Purtroppo oggi Pierpaolo Coccolini è stato solo attento spettatore.

Alle 17.30 tutti agli acquascivoli e divertimento per tutti fino alle 19.00. La piscina è stata "occupata" da Silvio Balducci che ha attirato su di se l'attenzione di tutti i ragazzi con scherzi e giochi mentre Mirko Milani si esercitava sugli scivoli per migliorarsi in "getti d'acqua sui passanti dei paesi vicini e lontani".

Dopo cena tutti al campo per la proiezione del film: "Bad new bear".

Verso le 23.00....il meritato riposo.

A domani!

 


Martedì 8 luglio 2008

Secondo giorno di lavoro: splendida giornata di sole, forse un po troppo calda ma...meglio così.

Alle 8.30 tutti in campo. La mattinata è dedicata a stazioni di lavoro specifiche per ruoli che permetteranno ai tecnici di meglio definire le squadre per il "Camp Tournement".

Luis Passarotto guida i lanciatori, Kevin Malley gli esterni, Mario Benetti i ricevitori e Nino Miceli gli interni. Si lavora in un clima di grande armonia sia tra i ragazzi che i tecnici e questo permette di lavorare con serenità. Alle 10.30 sosta per dissetarsi e quindi di nuovo in campo per provare le varie situazioni di gioco: si lavora molto sui tagli e le coperture, i lanciatori ed i ricevitori lavorano insieme sulle palle perse, è davvero emozionante vedere tutti i nostri ragazzi allenarsi in un solo campo, tutti insieme con lo stesso entusiasmo.

Dopo la pausa pranzo, finalmente, le squadre!!

Dopo aver preso conoscenza dei propri manager e coach i ragazzi hanno cominciato a lavorare per squadre nelle quattro postazioni di allenamento.

Alle 17.30, tutti al mare. Da segnalare un piccolo incidente a Pierpaolo Coccolini che si è leggermente ferito sbattendo un piede su uno scoglio. La sua prima domanda è stata "Ma posso partecipare ancora al Camp?". Dopo la visita al Pronto Soccorso ed un punto di sutura (con un punto solo non si vince nulla) è tornato tranquillamente in albergo.

Serata i sala giochi e poi...buona notte!

 

 


Lunedì, 7 luglio 2008

Eccoci in campo.

Dopo le usuali presentazioni e la definizione delle regole di comportamento ci si avvia al riscaldamento.

Una prima impressione? Un buon gruppo che dimostra tanta voglia d fare.

Il riscaldamento oggi è guidato da Joseph De Rosa. Subito dopo iniziano i test di ingresso per tutti.

I risultati serviranno per formare le squadre in maniera omogenea.

Tutti quanti, malgrado il caldo, partecipano con determinazione: è davvero bello vedere l' impegno di questi ragazzi in campo.

 

 

 

 

 

 

 

 

d assistere agli allenamenti, sia in veste di "osservatore" che di "pronto soccorso" Mirko Milani con il quale scambio volentieri anche qualche parere, proprio per avere i giudizio di una persona esterna. Una prima osservazione è che abbiamo un allenatore di altissimo livello ogni 5 ragazzi e questo credo debba essere uno dei punti di forza dei nostri camps federali.

Il pomeriggio continua con le varie stazioni di lavoro, per noi "vecchietti" del camp è la solita storia ma tutti i tecnici sanno mettere un pizzico di novità in ogni cosa e questo rende più interessante il lavoro, sia per i tecnici stessi che per i ragazzi.

Nessun problema di rilevare quindi...a domani!

 


Domenica, 6 luglio 2008

Solo poche ore di respiro ed eccoci di nuovo, stavolta con allievi e cadetti.

Davvero tanti i visi già conosciuti e davvero tanta la voglia di ricominciare.

Tra i nuovi allenatori il mitico Silvio Balducci che contagia tutti con la sua simpatia oltre che essere un allenatore di grande esperienza malgrado la sua giovane età, Mario Benetti e Noel Guerra, cubano, che guida il Cagliari nella nostra serie "B" nazionale.

Una serata con una riunione al campo per far conoscere ai ragazzi tecnici e tutor, qualche minuto in sala giochi e poi a nanna, tutti pronti per l'inizio del camp.

e da domani, di nuovo al lavoro!

 


Sabato, 5 luglio 2008 - Rivabella

Un sabato eccezionale: tantissimi i parenti venuti a vedere le finali del Torneo. Davanti alle tribune gremitesi sono svolte le due partite davvero avvincenti e che alla fine hanno dato come risultato un meritato pareggio 7 a 7 per le due in lizza per il primo e secondo posto. Sotto un sole a dir poco cocente si sono svolte le premiazioni.

Conclusione di una settimana di duro lavoro sia per i ragazzi che per i tecnici in campo. Le mie conclusioni? Una settimana con ragazzi davvero bravissimi, sia sul campo che fuori dal campo, che davvero hanno saputo dar lustro alla divisa che indossavano.

Arrivederci al prossimo anno ed un grande augurio a tutti loro di continuar nel baseball divertendosi come li ho visti qui!

Beppe Zanetti


Sabato, 5 luglio 2008 - Tirrenia

Il nostro agente a Tirrenia m'ha inviato delle foto ed allora....eccole a voi! LE FOTO DEL SOFTBALL A TIRRENIA

 

 


Venerdì, 4 luglio 2008

E per oggi, un sacco di novità.

Subito dopo il riscaldamento sono iniziate le gare per le squadre  questi sono i risultati.

Gara Ricevitori: Primo Classificato Andrea Braga, con 6 punti, secondi a pari merito con 5 punti Alessio Mazza e Pietro Braga, terzi classificati a pari merito con 4 punti Daniel Masutala e Zeno Rampo.

Gara Esterni: Primi classificati a pari merito con 4 punti Cosimo Rindi e Riccardo Arienti, secondi classificati Elsin Metalla, Edoardo Foust e Jacopo Clemente.

Gara interni dominata dalla squadra dei New Yorks Yankees con un tempo di 13" e 90 seguiti dal Cuba Libre con 15" e 26, terzo posto per il Boston Red Sox con 16" e 76 e ultima i Cubs con un tempo di 21" e 24.

Gara dei fuori campo: primo, con 16 punti Giovanni Fuso, secondo con 14 punti Massimiliano Da Giau seguto da Massimo Trabuio con 4 punti.

E questi i risultati delle partite:

BOSTON RED SOX - CUBS 1 - 0

BOSTON RED SOX - CUBA LIBRE 1 - 5

BOSTON RED SOX - NEW YORK YANKEES 6 - 0

NEW YORK YANKEES - CUBS 6 - 4

NEW YORK YANKEES - CUBA LIBRE 7 - 4

CUBA LIBRE - CUBS 3 - 0

e domani assisteremo alle partite per definire la classifica finale. La prima partita alle ore 9.00 e la seconda alle ore 10.00.

Ci sentiamo domani per la chiusura!!!

 


Giovedì, 3 luglio 2008

Anche oggi una splendida giornata di sole. Tutti hanno fatto un'abbondante colazione e poi in campo. Dopo il consueto riscaldamento l'allenamento è iniziato autonomamente per ogni squadra così mentre una squadra era nei tunnel di battuta l'altra era in campo ragazzi per la corsa sulle basi, un'altra provava le prese al volo e l'ultima era nel campo grande che provava i doppi giochi e le coperture degli esterni.

Giornata calda anche se, nel pomeriggio, una nuvola ha stazionato parecchio sui campi così da rendere meno pesante il lavoro.

Nel pomeriggio infatti si sono giocate le prime partite del torneo: la prima partita ha visto un risultato di 1 a 0, davvero molto tirata e ben giocata.

Ad arbitrare le partite l'arbitro federale Sig. Antonio Versienti, venuto appositamente da Torino, anche lui coinvolto nell'entusiasmo della manifestazione.

Durante la riunione dei tecnici tutti hanno evidenziato la preparazione dei ragazzi e la loro voglia di fare ed imparare, situazione ideale per la buona riuscita del Camp.

 


Mercoledì, 2 luglio 2008

Tutta la banda s'è svegliata con una splendida giornata di sole. Qualche piccolo problema tra i nostri atleti ma è davvero tutto sotto controllo. Nottata davvero senza problemi, risveglio duro, come dopo ogni giornata passata a lavorare in campo. Credo che nessuno dei ragazzi che abbiamo ospiti al camp abbia mai provato, in altre situazioni, cosa vuol dire stare in campo per 6 ore al giorno.

La mattinata è iniziata senza il solito riscaldamento ma con l'illustrazione da parte di Jhon Sottile della tecnica del bunt. I ragazzi sono stati molto attenti sia durante la spiegazione che durante la dimostrazione e l'hanno fatto vedere quando sono stati chiamati loro stessi ad eseguire questi benedetti bunt.

Le squadre come vedete sono definite e cominciano ad allenarsi proprio come squadre di club: ogn'una con il proprio manager ed i propri coach. In mattinata le squadre al completo hanno lavorato molto sul "taglio"

Nel pomeriggio "simulazioni di partita": ho davanti ai miei occhi la squadra dei "New York Yankees" che si sta davvero dando da fare in difesa con corridori del calibro di Kevin Malley, Alberto Bertozzi e Dau Gianluca. Sotto la guida ed i consigli di Nino Miceli i doppi giochi cominciano a riuscire.

Sugli altri campi si allenano le altre squadre e l'inizio del Torneo (domani pomeriggio le prime partite) sembra atteso da tutti con grande determinazione.

Oggi, finito l'allenamento, tutti all' Acqua Park per un finale sugli scivoli e con Nino Miceli (nella foto) impegnato a pensare al line-up per le partite di domani..

Una buona giornata, i ragazzi lavorano davvero bene dimostrando voglia di imparare ed entusiasmo.

 

 

 

 

 

 

 


 

Martedì, 1° Luglio 2008

Questa notte, devo ammetterlo, è stata davvero silenziosa. I ragazzi erano davvero stanchi ed hanno dormito come dei ghiri.

Qualcuno stamane, in fila con gli altri, ci ha offerto un repertorio di sbadigli sensazionali.

Le redini del riscaldamento le ha prese in mano Joseph Sottile (dovete sapere che ogni mattina il riscaldamento sarà seguito da un coach diverso) coadiuvato da Antonio Munoz e dal sempre presente Nino Miceli.

I ragazzi si sono subito dopo suddivisi per gruppi di lavoro ed hanno così iniziato la loro attività di preparazione.

John Sottile desidera che i ragazzi, oltre che a specializzarsi in uno specifico ruolo, conoscano bene tutti i ruoli cosi da trovarsi pronti ad interagire con gli altri giocatori e compagni di squadra in campo.

Così tutti i ragazzi sono stati lanciatori, interni ed esterni e tutti hanno ruotato nella battuta con il batting-tee (seguiti da Joseph Sottile e da Davide Sartini) e con la battuta nel tunnel.

Joseph De Rosa ha seguito con particolare attenzione i ricevitori, Luis Passarotto e Alberto Bertozzi si sono dedicati ai lanciatori; Kevin Murrey, Wilfredo Sanchez e Simona Conti agli esterni, Nino Miceli, Antonio Munoz e Virgilio Perra agli interni.

Buone le situazioni di gioco richieste: copertura tra gli esterni, doppio gioco tra gli interni i punti salienti dell'allenamento di oggi.

Alla fine dell' allenamento due partite con i manager come lanciatori e poi...ecco le squadre:

Una passata al mare con onde che facevano proprio venir voglia di tuffarsi e la cena....

Durante la riunine serale degli allenatori sono stati scelti i manager, mediante estrazione, per le squadre già definite durante la giornata e quindi.....che vinca il migliore!!!!

E da domani gli allenamenti saranno diversificati: una parte sarà il proseguimento di quanto già proposto e quindi secondo il loro ruolo, una seconda parte seguirà invece il vero allenamento di squadra per cui tutte le squadre indicate seguiranno l'allenamento che il loro manager riterrà più appropriato per affrontare il torneo di fine camp.

Anche oggi...un'ottima giornata!!!!

 


Lunedi, 30 giugno 2008

Eccoci quà!

I ragazzi sono arrivati ieri e, dopo aver messo i loro bagagli in camera e preso la dovuta confidenza con i tutor, sono andati tutti quanti a vedere la partita dei Falcons di Torre Pedrera contro il Sasso Marconi (partita persa dai padroni di casa per 9 a 8).

Poi la prima presa di conoscenza con le cucine degli alberghi e, a valutare quanto lasciato nei piatti, diciamo che hanno davvero fatto onore al cuoco.

Poi alle 21.00 tutti al campo dove ho fatto le raccomandazioni di rito ed ho presentato lo staff che li seguirà in questa "avventura".

Uno Staff di tecnici davvero di tutto rispetto:  John Sottile, Joseph De Rosa, Antonio Munoz, Wilfredo Sanchez, Joseph Sottile, Kevin Malley per elencare gli stranieri, americani e cubani, che già in passate edizioni abbiamo avuto il piacere di avere insieme a noi.

A loro si aggiungono gli italiani Davide Sartini, Simona Conti, Luis Passarotto, Nino Miceli e Alberto Bertozzi.

Nulla funzione di Assistent Coach e Tutor Virgilio Perra e Gianluca Dau.

Alle 22.30 circa tutti in branda: i ragazzi hanno preso possesso delle loro camere e, in tutta onestà, sono stati educati e rispettosi come gli avevo chiesto.

Ore 7.00....sveglia e tutti in sala da pranzo per la colazione.....m'è giunta voce di qualcuno che s'è sbafato 6 brioche....diconsi sei!!!

Alle 8,30 i ragazzi erano tutti in campo ad ascoltare le istruzioni di Davide Sartini e, subito dopo, sono iniziati i test.

Bisogna ammettere che i ragazzi sono tutti molto attivi e preparati; hanno lavorato davvero sodo e senza risparmiarsi.

A mezzogiorno la giusta pausa e poi, alle 14.30,  di nuovo in campo con l'ausilio di una bellissima nuvola che ha mitigato la calura pomeridiana e che ha permesso ai coach di entrare più nello specifico delle abilità di ciascun giocatore.

Da queste valutazioni sono poi nate, la sera, durante la riunione dei tecnici, le squadre che si affronteranno nel torneo di fine camp.

Alle 17.00 l'allenamento è finalmente finito: tutti in spiaggia!!!

Un quasi triste ritorno in albergo per la doccia e per la cena completato da una serata in sala giochi è stato il termine della prima giornata.

 

Un saluto a tutti dal camp!